Search

Primary tabs

Show search hints

Search results

  1. XVIII Congresso nazionale AIV

    Event
    Conference
    16th April, 2015 to 17th April, 2015
    Italy
    Paid

    Nell’anno internazionale della valutazione, il tema dell’equità sociale è particolarmente sentito. La crisi economica globale e l’accrescersi delle disuguaglianza sociali nel mondo richiamano l’attenzione sulle politiche che mirano a garantire a tutti l’accesso al godimento dei diritti di base (alla vita, salute, istruzione) e a contrastare le disparità persistenti tra i gruppi sociali, i territori e i paesi nel mondo. Tuttavia, le politiche possono dar luogo a effetti avversi e generare nuove disuguaglianze. Talvolta, in presenza di leggi, regolamenti e prescrizioni contrari a qualsiasi forma di discriminazione sociale, etnica, di genere e di classe, si possono verificare e perpetuare iniquità che minano la libertà delle persone, le possibilità di sviluppo dei territori e il funzionamento efficiente e democratico delle istituzioni. Anche all’interno della “macchina“ amministrativa e dei processi organizzativi possono nascere disuguaglianze. In tali circostanze, la valutazione è chiamata ad intercettare gli esiti indesiderati e a contribuire al ripristino di condizioni di equità. La stessa valutazione non è immune da potenziali effetti iniqui: talvolta la selezione dei metodi (quantitativi e qualitativi) e degli approcci (controfattuale, theory-based, costi-benefici, partecipativi) può essere influenzata da dinamiche di potere e da conflitti valoriali che caratterizzano la produzione di conoscenza valutativa e le conclusioni e i giudizi che ne derivano.